Ci sono modi per sviluppare plastica ecologica?

Plastic è salutato come uno dei materiali versatili in quanto trova un uso ubiquo in quasi tutto. Per le sue gravi ripercussioni sull'ambiente, tuttavia, questo materiale un tempo così popolare ha perso molto della sua lucentezza. Il mondo sta gradualmente passando alle bioplastiche, la migliore alternativa sviluppata fino ad oggi.

Stiamo letteralmente affogando nella plastica. La plastica facilmente reperibile è facile da usare ma difficile da smaltire. Se usiamo un sacchetto di plastica per circa 20-30 minuti, ci vorranno almeno 500 anni per un guasto completo. Immagina la difficile situazione di ottenere naturalmente milioni di tonnellate di plastica biodegradate.

Bioplastiche per sostituire le plastiche convenzionali:

Le bioplastiche sono sviluppate da materiali rinnovabili come mais, patate, grano, gusci di gamberetti . Un materiale bioplastico richiede solo il 20% di materiali rinnovabili e il restante 80% sono tutti materiali sintetici a base di fossili.

La ​​biodegradabilità è un fattore importante. Le bioplastiche sono considerate alternative migliori ma la loro biodegradabilità è altamente discutibile. La terminologia stessa è fonte di confusione, ma l'industria è in piena espansione.

Entro il 2020, le bioplastiche sostituiranno tutte le materie plastiche prodotte con combustibili fossili. Non possiamo ridurre il nostro consumo con la disponibilità di bioplastiche assicurandoci che queste si abbatteranno rapidamente.

Quanto sono verdi le bioplastiche?

Ma il problema non sembra finire con le bioplastiche. Si biodegraderanno in una sola stagione? Questi lasceranno residui tossici sulla terra? Soprattutto, dove questi materiali finiranno nelle discariche o negli oceani?

In mezzo al dibattito, è confermato che le bioplastiche lasciano impronte di carbonio inferiori anche a quelle biodegradabili. Il PLA (acido polilattico), ad esempio, un importante costituente della bioplastica, produce il 70% in meno di gas serra quando si degrada nelle discariche. Sono compostabili e decadono senza produrre residui nocivi e si mescolano facilmente al terreno. Poche bioplastiche possono rompersi in poche settimane.

Ma alcune bioplastiche lasciano residui tossici o frammenti di plastica che li rendono inadatti al compostaggio. Anche con le bioplastiche compostabili, il problema dello smaltimento rimane. Non è possibile trovare un idoneo impianto di compostaggio bioplastico nelle vicinanze, né si può scaricare con gli altri rifiuti quotidiani per il prelievo giornaliero.

La ​​maggior parte delle strutture di compostaggio organico negli Stati Uniti e in Canada non accetta bioplastiche. Anche se sei incline ad adottare materiali eco-compatibili per il tuo uso quotidiano, il problema dello smaltimento ti impedirà di farlo.

Pertanto, un semplice tag bio o eco-friendly non ha alcun valore se le strutture di smaltimento e compostaggio sono adeguate rimanere inaccessibile a una popolazione più ampia. È più probabile che le persone buttino queste bioplastiche in normali sistemi di riciclaggio creando un disordine più grande.

La ricerca di fare bioplastiche è su:

 plastica ecologica [19659007] Il mondo ha disperatamente bisogno di sbarazzarsi dei prodotti di plastica a base di combustibili fossili. Oggi il mercato sta assistendo ad alcuni grandi sviluppi in bioplastica, che sono già in uso o si stanno preparando per l'uso futuro:

AirCarbon di Newlight Technologies:

I pallini di plastica vengono creati toccando il metano, un gas inquinante rilasciato da aziende agricole e discariche. Il metano viene miscelato con l'aria e immesso in un reattore che viene convertito in un liquido. Un biocatalizzatore aiuta a creare catene di carbonio che collegano le molecole di carbonio, emettendo infine fili di plastica, che vengono convertiti in pellet. Questi pallini possono essere usati per fabbricare bottiglie di plastica e anche per computer, automobili e persino per l'abbigliamento.

Inego di NatureWorks in Nebraska:

 plastica ecologica [19659007] L'azienda coltiva il mais, usa lo zucchero e lo fermenta per produrre acido lattico, che costituisce l'elemento costitutivo di questa bioplastica. Questo può essere un buon sostituto del PET (polietilentereftalato) e del polistirene, i due materiali comunemente usati per formare plastica convenzionale. Inego consuma meno del carbonio del 60% rispetto alle materie plastiche convenzionali.

Attualmente viene utilizzato negli imballaggi per lo yogurt da un'azienda tedesca e da un imballaggio di verdure di Walmart. NatureWorks sta anche lavorando per sviluppare materie plastiche dal metano ed è fiducioso che porterebbe a un cambio di paradigma dalla produzione di materiali plastici a base di combustibile.

Polietilene sostenibile di Braskem:

Questo gigante petrolchimico brasiliano dal 2010 ha prodotto polietilene sostenibile usando etanolo fermentato dalla canna da zucchero brasiliana. L'azienda con $ 290 milioni di investimenti produce plastica per bottiglie di succhi e shampoo e elmetti per apparecchi di sicurezza per minatori

Le grandi organizzazioni con maggiori investimenti stanno provando a produrre diversi composti, i componenti essenziali della plastica, dai prodotti agricoli principalmente al mais e zucchero . Mentre la gente sta passando a materie plastiche ecocompatibili, il mercato sta crescendo creando enormi opportunità commerciali.

Anche se il mondo è alla ricerca di alternative migliori per ridurre al minimo l'uso di plastica, molto dipenderà dalla consapevolezza dei consumatori e dalle loro abitudini di smaltimento. Littering dovrebbe essere severamente proibito altrimenti il ​​problema peggiorerebbe con l'uso diffuso di bioplastiche. Le persone possono trovare giusto il diritto di disporre di questi ovunque, che possono portare a problemi più grandi.

Ci sono modi per sviluppare plastica ecologica? è stata modificata l'ultima volta: 22 gennaio 2018 di [19659029] vishal sharma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *