Il progetto Ocean Cleanup potrebbe essere la risposta per ripulire l'oceano

Gli oceani della terra sono diventati inquinati dalla plastica nella misura in cui ora gli scienziati stanno trovando costantemente animali e uccelli selvatici morti a causa dell'ingestione di rifiuti di plastica. Molti animali acquatici selvatici si ingarbugliano in sacchetti di plastica da cui non possono uscire. È estremamente triste sapere che il 90% degli uccelli marini ha la plastica nello stomaco. Questo perché gli umani scaricano 19 miliardi di chili di plastica ogni anno negli oceani e nei mari. Più allarmante è la previsione che questa cifra raddoppierà entro il 2025. Il progetto Ocean Cleanup è uno degli sforzi che cercano di liberare gli oceani dal pesante fardello dei rifiuti di plastica.

Se il mondo non agisce come uno, ci saranno molte altre zone morte in cui la vita acquatica non può sopravvivere, eliminare le barriere coralline e persino avere un impatto sulla salute degli esseri umani mentre le microplastiche entreranno nella catena alimentare.

Diamo un'occhiata ai vari sforzi condotti da persone, aziende e governi per ripulire gli oceani e i mari:

Capire l'immensità dell'inquinamento della plastica

Image Source: theoceancleanup.com

Quasi tutti coloro che hanno accesso ai media digitali e si trovano su siti di social media, avranno visto immagini "virali" di balene e uccelli marini che muoiono di plastica che hanno mangiato o in cui sono stati impigliati. Queste immagini grafiche sono scioccanti e molte persone in tutto il mondo si sono svegliate alla necessità di fermare l'uso di plastica. Governi, aziende e ricercatori stanno trovando ingenue soluzioni di inquinamento plastico.

L'inquinamento plastico nell'oceano non si limita solo a inquinare l'ambiente acquatico. È stato ora scoperto che la plastica come le microfibre e le microsfere si rompe in microplastiche nell'oceano. Queste microplastiche sono divorate da pesci e altre forme di vita marina. E attraverso i pesci e altri frutti di mare, queste microplastiche entrano nell'uomo.

Secondo alcuni scienziati, l'oceano può essere ripulito in 5-10 anni con l'aiuto di varie soluzioni di inquinamento plastico, come il progetto Ocean Cleanup. Progetti come questo mirano a pulire la plastica dagli oceani usando macchine per la pulizia degli oceani, che non danneggerebbero l'ambiente oceanico e distruggere flora e fauna acquatiche.

Cos'è il progetto Ocean Cleanup?

Per pulire l'inquinamento plastico nell'oceano, richiederebbe enormi sforzi tecnologici. Avrebbero bisogno di speciali macchine per la pulizia degli oceani, che rimuoverebbero la plastica dalle acque. Le prime aree nell'oceano prese di mira sarebbero le ronde oceaniche. Le correnti oceaniche sono correnti circolanti in cui si accumulano le materie plastiche. Uno di questi gyres, che sono diventati piuttosto famosi (o famigerati) è il 'Great Pacific Garbage Patch'.

The Ocean Cleanup è il nome della fondazione olandese che sta pianificando di iniziare un'operazione di pulizia oceanica al Grande Pacific Garbage Patch. Questa patch contiene un'enorme quantità di plastica – circa 1,8 trilioni di pezzi in plastica del peso di 80.000 tonnellate e copre 1,6 milioni di km quadrati, tra Hawaii e California.

Boyan Slat è il fondatore del progetto Ocean Cleanup. Boyan ha iniziato il suo progetto quando aveva solo 18 anni e ha raccolto fondi per $ 31 milioni per il progetto per cinque anni. Il progetto Ocean Cleanup ha condotto oltre 300 esperimenti su modelli in scala.

Come funzionerà il progetto Ocean Cleanup

 Progetto Ocean Cleanup

Il progetto utilizzerà una macchina chiamata Sistema 001. È un Galleggiante lungo 600 m, che siederà sulla superficie dell'acqua, con una "gonna" lunga 3 m che si estende sotto l'acqua. Sia il galleggiante che la gonna prenderanno la plastica che la attraversa. Sarà quindi pulito ogni 4-6 settimane. Secondo il progetto Ocean Cleanup, il sistema 001 può raccogliere circa 5 tonnellate di plastica. Se il progetto avrà successo, 60 sistemi sarebbero utilizzati per raccogliere 14.000 tonnellate di plastica dall'Oceano Pacifico. Slat e il suo team si aspettano di pulire il 90% della plastica nell'oceano entro il 2040.

Sforzi governativi per ripulire l'oceano

I governi hanno anche iniziato a prendere misure forti, come mettere i divieti sulla plastica monouso. L'UE ha proposto un divieto di 10 prodotti in plastica comuni che contribuiscono al 70% di rifiuti nelle acque dell'UE. Cannucce di plastica, piatti, bevande agitatori sono alcune delle cose in questa lista. Le regole richiederebbero l'approvazione da parte di tutti gli stati membri e del Parlamento. Questo divieto, quindi, non sarà applicato per molti anni.

Anche il primo ministro britannico ha proposto un divieto di plastica monouso

Anche il premier indiano ha annunciato la sua intenzione di liberare l'India dalla plastica monouso 2022. Il Maharashtra, che aveva imposto il divieto della plastica monouso, dovette allentare il divieto a causa di pressioni da parte dei lobbisti del settore

Sforzi compiuti dalle compagnie per vietare la plastica

Disney pone un divieto di plastica

 Disney mette un divieto di plastica

Disney ha annunciato il divieto di agitatori e cannucce in plastica, che vengono utilizzati una sola volta, in quasi tutte le località e parchi a tema. Ciò significa che non verranno utilizzati 13 milioni di agitatori e 175 milioni di cannucce all'anno. Le paglie di carta sarebbero fornite su richiesta e l'azienda fermerebbe l'uso di tazze di polistirolo.

Lindblad Expeditions vieta la plastica monouso dalle sue flotte

La ​​compagnia di crociere che è partner di viaggio del National Geographic ha vietato la plastica tazze, bottiglie, agitatori ecc. dalle sue 13 navi. La mossa della compagnia impedirebbe agli oceani di essere disseminati di plastica dalle sue navi.

Starbucks, anche McDonald's mette al bando le cannucce

 Starbucks,

Fonte dell'immagine: static.independent.co. uk

A causa delle pressioni dei consumatori, molte multinazionali hanno interrotto l'uso di articoli in plastica che vengono utilizzati una sola volta. Starbucks, il gigante mondiale del caffè ha annunciato che avrebbe smesso di usare le cannucce di plastica. I clienti riceveranno dei coperchi speciali attraverso i quali potranno succhiare le loro bevande preferite. Tuttavia, la società si trova di fronte a molte critiche, poiché anche i coperchi speciali saranno realizzati in plastica.

McDonald's ha anche intenzione di eliminare gradualmente l'uso di cannucce di plastica dall'Irlanda e dal Regno Unito. Anche Waitrose si è impegnata a eliminare tazze di caffè e coperchi usa e getta da tutti i suoi punti vendita

Addidas, Method, Norton Point sono marchi che sono usciti con prodotti innovativi realizzati in plastica recuperata dall'oceano.

Ogni persona può fare la differenza eliminando la plastica dalle nostre vite il più possibile. L'uso di bottiglie, tazze, contenitori, posate e borse riutilizzabili riutilizzabili può aiutare a ridurre i rifiuti di plastica dalle discariche e dagli oceani.

Il progetto Ocean Cleanup potrebbe essere la risposta per ripulire l'oceano è stato modificato l'ultima volta: settembre 12th, 2018 di Dr. Prem Community Writer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *