cambiamenti climatici

Cinque dei più Grandi Problemi Ambientali del Mondo

Questi cinque megatrend presentano importanti minacce globali per il pianeta Terra – problemi che devono essere risolti se il mondo rimanga un habitat di sostegno per gli esseri umani e altre specie. DW esamina le cause e le possibili soluzioni.

1. Inquinamento dell’aria e cambiamenti climatici.

Problema: Sovraccarico dell’atmosfera e delle acque oceaniche con il carbonio. La CO2 atmosferica assorbe e emette radiazioni a lunghezza d’onda a raggi infrarossi, portando ad aria più calda, suoli e acque superficiali oceaniche – che è buono: il pianeta sarebbe stato congelato senza questo.

Purtroppo, ora c’è troppo carbonio nell’aria. La combustione di combustibili fossili, la deforestazione per l’agricoltura e le attività industriali hanno spinto concentrazioni atmosferiche di CO2 da 280 parti per milione (ppm) 200 anni fa, a circa 400 ppm oggi.

Questo è un aumento senza precedenti, sia in dimensioni che in velocità. Il risultato: interruzione del clima.

Il sovraccarico di carbonio è solo una forma di inquinamento atmosferico causato dalla combustione di carbone, petrolio, gas e legno.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha recentemente stimato che uno di nove morti nel 2012 è stato attribuibile a malattie causate da carcinogeni e altri veleni nell’aria inquinata.

Soluzioni: Sostituire i combustibili fossili con energie rinnovabili. Rimboschimento. Ridurre le emissioni dell’agricoltura. Cambiare i processi industriali.

La buona notizia è che l’energia pulita è abbondante – va solo raccolta. Molti dicono che un futuro energetico rinnovabile del 100% è realizzabile con la tecnologia esistente.

Ma la brutta notizia è che, anche se le infrastrutture energetiche rinnovabili – pannelli solari, turbine eoliche, sistemi di stoccaggio e distribuzione di energia – sono già diffusi e sempre più costosi e più efficienti, gli esperti dicono di non applicarli abbastanza velocemente per prevenire Disastro catastrofico del clima. Le barriere politiche e finanziarie devono ancora essere superate.

2. Deforestation.

Problema: le foreste selvatiche ricche di specie vengono distrutte, soprattutto nei tropici, spesso per far posto a piantagioni di bestiame, piantagioni di soia o di palma o altre monoculture agricole.

Oggi, circa il 30 per cento della superficie del pianeta è coperto da foreste – che è circa la metà di quella prima che l’agricoltura è iniziata circa 11.000 anni fa. Circa 7,3 milioni di ettari (18 milioni di ettari) di foresta vengono distrutti ogni anno, soprattutto nei tropici.

Le foreste tropicali servivano per coprire circa il 15 per cento della superficie del pianeta; Ora sono scesi al 6 o 7 per cento. Gran parte di questo resto è stato degradato dalla registrazione o dalla bruciatura.

Non solo le foreste naturali agiscono come riserve di biodiversità, ma sono anche scorie di carbonio, mantenendo carbonio fuori dall’atmosfera e dagli oceani.

Soluzioni: Conservare ciò che resta dalle foreste naturali e ripristinare aree degradate ripiantando con specie di alberi nativi.

Ciò richiede una forte governance – ma molti paesi tropicali stanno ancora sviluppando, con popolazioni crescenti, regole di regola irregolari, e diffuso cronyismo e corruzione per quanto riguarda l’allocazione dell’uso del suolo.

3. Specie di estinzione.

specie in estinsioneProblema: Sulla terra, gli animali selvatici vengono cacciati all’estinzione per i prodotti bushmeat, avorio o “medicinali”. In mare, enormi barche da pesca industriali dotate di reti a strascico o in rete di pelo si puliscono intere popolazioni di pesce.

La perdita e la distruzione dell’habitat sono anche fattori importanti che contribuiscono ad un’ondata di estinzione – senza precedenti in quanto è causata da una singola specie: gli esseri umani.

L’elenco rosso delle specie minacciate e minacciate di IUCN continua a crescere.
Non solo la specie merita di esistere, offrono anche prodotti e “servizi” essenziali per la sopravvivenza umana.

Pensate alle api e alla loro abilità pollinante – necessarie per il cibo in crescita.

Soluzioni: occorre compiere sforzi concordati per prevenire ulteriori perdite di biodiversità. Proteggere e ripristinare gli habitat è un lato di questo – proteggere contro il segugio e il commercio della fauna selvatica è un altro.

Questo dovrebbe essere fatto in partnership con i locali, in modo che la conservazione della fauna selvatica sia nel loro interesse sociale ed economico.

4. Degrado del suolo.

degrado del suoloProblema: sopravvivenza, piantagione di monocoltura, erosione, compattazione del suolo, sovraesposizione agli inquinanti, conversione dell’uso del suolo – c’è un lungo elenco di modi in cui i suoli vengono danneggiati.

Secondo le stime delle Nazioni Unite, circa 12 milioni di ettari di terreni agricoli all’anno vengono seriamente degradati.

Soluzioni: esistono un’ampia gamma di tecniche di conservazione e di ripristino del suolo, dall’agricoltura no-till alla rotazione della coltura alla conservazione dell’acqua attraverso la costruzione di terrazze.

Dato che la sicurezza alimentare dipende dal mantenimento dei terreni in buone condizioni, siamo probabilmente padrone di questa sfida a lungo termine.

Sia che questo sarà fatto in modo equo a tutte le persone di tutto il mondo, rimane una domanda aperta.

5. Sovrappopolazione.

Problema: la popolazione umana continua a crescere rapidamente in tutto il mondo. L’umanità è entrata nel XX secolo con 1,6 miliardi di persone; Adesso, siamo circa 7,5 miliardi. Le stime ci hanno portato a quasi 10 miliardi entro il 2050.

Le popolazioni globali in crescita, unite alla crescente ricchezza, stanno mettendo sempre maggiore pressione sulle risorse naturali essenziali, come l’acqua. La maggior parte della crescita sta avvenendo nel continente africano e nell’Asia meridionale e orientale.

Soluzioni: L’esperienza ha dimostrato che quando le donne sono abilitate a controllare la loro propria riproduzione e ad avere accesso all’istruzione e ai servizi sociali di base, il numero medio di nascite per donna scende precipitosamente.

Fatto a destra, i sistemi di aiuto in rete potrebbero portare le donne fuori dalla povertà estrema, anche nei paesi in cui la governance a livello statale rimane abissale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *